Siamo tornati: la rinascita italiota!

archetipo_morte_rinascita

Cari amici Italioti che ci seguite e ci leggete da quasi due anni (!), eccoci nuovamente ai banchi di partenza.

Siamo tornati, armati di penna e taccuino, carichi di entusiasmo e voglia di raccontarvi il mondo in cui viviamo, quello che più ci piace e quello che più ci fa incazzare, quello di cui essere fieri e quello che ci fa vergognare in giro per paesi vicini e lontani.

Siamo tornati per discutere insieme a voi del mondo Italiota, dalla politica allo sport, dalla cultura alla cronaca, da Lampedusa a Bolzano.

Siamo tornati per narrare le gesta eroiche di capitani di coraggiosi e furbi contrabbandieri, di scafisti e Schittini, di esodati e venditori di fumo.

Siamo tornati per contribuire – nel nostro piccolo – a risvegliare le coscienze, troppo a lungo assopite da un sistema che ne ha approfittato.

Siamo tornati per denunciare il malcostume, le false promesse, le ingiustizie, le ipocrisie di cui siamo stati nutriti e con cui ogni giorno andiamo a braccetto.

Siamo tornati per raccontare il coraggio di madri, imprenditori, preti, pendolari e professori.

Siamo tornati perché ci siamo arenati e perché siamo anche noi un po’ italioti

Siamo tornati … e mo so cazzi vostri.

Il Popolo dei Fessi …

I-3-fessi

L’Italia è il Paese – unico al mondo – dove tutti hanno ragione.

Hanno ragione gli Auto-Ferro-Tramvieri che scioperano per la tutela dei propri diritti sindacali, soprattutto se lo fanno di venerdì pomeriggio e se qualcuno si incazza … pazienza!

Hanno ragione i Pendolari che si incazzano quando di venerdì trovano lo sciopero dei mezzi e non riescono a tornare a casa.

Hanno ragione i turisti che, oltre a trovare lo sciopero, si trovano a pagare un ticket di XX Euro al giorno per muoversi a Venezia.

Hanno ragione i veneziani ad imprecare contro le orde di turisti che affollano, sporcano e disturbano.

Hanno ragione gli albergatori, i ristoratori, i venditori di orribili maschere e ninnoli, che senza i turisti non avrebbero da mangiare.

Hanno ragione i pensionati che non ce la fanno ad arrivare a fine mese.

Hanno ragione gli esodati che in pensione ci vorrebbero anche andare ma non possono.

Ha ragione la Fornero, tra una lacrima e l’altra, che era necessario portare a termine quello che intere classi di politici non hanno avuto il coraggio di iniziare.

Hanno ragione i ferrovieri che un tempo andavano in pensione a 45 anni, tanto le regole lo permettevano.

Hanno ragione i giovani, che ormai il loro futuro se lo sono mangiato i genitori ed i nonni e riprendono la valigia di cartone dei nonni per andare via.

Hanno ragione gli imprenditori, che in Italia non si può più investire.

Hanno ragione i giornalisti che per 50 anni hanno assecondato e glorificato classi dirigenziali di inetti e raccomandati, che alla fine anche loro tengono famiglia.

Hanno ragione i forestali del meridione, tanti, troppi, inutili, che al sud il lavoro non si trova. Come non si trova mai chi appicca i fuochi che devastano intere aree boschive.

Hanno ragione i tifosi, che se la domenica si va allo stadio, tutto è lecito: spaccare, sporcare, insultare, ammazzare. L’importante è essere in Gruppo.

Hanno ragione i mafiosi, che senza di loro il sud sarebbe stato senza uno Stato.

Ha ragione Luca Zaia, che queste previsioni del meteo stanno rovinando il turismo del nord ed i prossimi saranno quelli dell’oroscopo.

Hanno ragione i tassisti, che basta che non si tocchino le licenze, va tutto bene.

Ha ragione Berlusconi, che alla fine i ristoranti e gli aerei sono sempre pieni

Hanno ragione i politici italioti “che in due giorni questo paese non lo si può cambiare”.

Hanno ragione gli Italioti tutti che di due giorni in questo paese ne sono passati fin troppi senza che nulla cambiasse (se non in peggio) e tanti ancora ne passeranno.

Hanno ragione anche quelli che alla manifestazione non ci vanno, che se c’è il bel tempo si va al mare.

Aveva ragione Mike Bongiorno, che “Allegriaaaaaa”.

Cari Italioti, giacché avete tutti ragione e – si sa – la ragione è dei fessi, siete tutti dei fessi!!!

Le prime parole di Laura Boldrini Nuova presidente della Camera per gli Italioti


laura_boldrini_2011

«La politica deve tornare ad essere una speranza, un servizio, una passione».

«Stiamo iniziando un viaggio, oggi iniziamo un viaggio, cerchero’ di portare assieme a ciascuno di voi, con cura ed umilta’ la richiesta di cambiamento che alla politica ogni richiedono tutti gli Italiani, soprattutto i nostri figli.»

[Read more…]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: