L’importante e’ finirla

images (1)Rispondo al mio amico Indio per dire che una cosa a me continuano a suscitare, questi articoli: stupore. Sono incredula, e per quanto detesti i luoghi comuni non riesco a non pensare che “al peggio non c’e’ mai fine”. Ma quand’e’ che inizia il meglio? Ma quanto siamo pazienti, o forse stupidi, per tollerare ancora certe affermazioni e non sbattere la porta in faccia a tutte queste schifezze. Perche’ sono schifezze, c’e’ poco da girarci intorno. E allora basta. Basta. BASTA! Eccheccavolo…uno se lo chiede…no? Per lo meno io.

Ma sapete qual’e’ la cosa piu’ grave? Che qui si continua a discutere come sempre di tutto quello che non e’ importante, poi si viene travolti da notizie di cronaca nera che per qualche recondito meccanismo inconscio pare provochino un senso di sollievo in lettori indenni da tali sciagure. E qui invece i dettagli non mancano, purtroppo. Per poi passare a lamentarsi del tempo, che si sa e’ troppo freddo e quest’estate non arriva mai e poi oddiocheafacomefaccioarespirare nell’estate piu’ calda del secolo, d’altronde le cipolle di Tropea l’avevano annunciato. E finire con le chiappe sode di Belen e la gravidanza della Hunziker in spiaggia a Varigotti. Che per qualche altro recondito meccanismo inconscio attirano altrettanta attenzione…

SOS-thelazynigerianVi siete ricordati la crema solare quest’anno? Che il sole scotta. E non fate il bagno dopo aver mangiato l’insalata di riso. Dicono che lo sbalzo termico possa giocare brutti scherzi…a me ad annichilirmi ci pensano le vicende degli ultimi giorni…per non dire mesi. No dai, non voglio dire anni. E allora quasi quasi la gravidanza della Hunziker e’ forse la migliore notizia su cui valga la pena soffermarsi. E’ una provocazione per chi mi stesse prendendo sul serio…Una nuova vita che arriva, per l’Italia quando invece?

A questo punto non e’ chiaro nemmeno piu’ se la colpa, se di colpa si deve parlare, e’ dei giornalisti…se ancora si possono chiamare tali. Ma ve li immaginate arrivare in redazione e pensare “cosa mi tocca scrivere anche oggi”…

Ma si puo’…in Italia? Cuore del Mediterraneo, centro nevralgico di secoli di storia occidentale, crocevia di popoli a arena di scambi di merci, idee, culture e ideali. Si puo’?

Dai ragazzi. Che anche al meglio non c’e’ mai fine, basta volerlo.

Ti e' piaciuto? Si? No? Commenta! Continua a seguirci. Segui la nostra terapia per debellare l'Italiota che c'e' in te. Una buona lettura a settimana ti aiutera' :)
Controlla lo spazio "Coming Soon" nella colonna di destra per avere un assaggio delle prossime pubblicazioni.
Seguici, piacici, condividici su facebook, linkedin, twitter!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: