Un pensiero speciale

“Perché le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale delle società. Pensi al nostro Occidente. Ho appena scritto un libro dedicato ai ragazzi, l’ho pubblicato con una casa editrice per giovani. Ne sono fiera. L’abbiamo intitolato “Le tue antenate”. Parla di donne pioniere. Quelle che hanno dovuto lottare contro pregiudizio e maschilismo per entrare nei laboratori, che hanno rischiato di vedersi strappare le loro fondamentali scoperte attribuite agli uomini, che si sono fatte carico della famiglia e della ricerca.”

Rita Levi Montalcini

 

A tutte le nonne, le mamme, le figlie.

Alle mogli, alle fidanzate, alle single, alle amanti.

Alle disoccupate, alle donne in carriera, alle precarie, alle studentesse.

A chi viaggia, con la mente, con il corpo o con il cuore, e a chi rimane immobile.

Alle combattive, alle intraprendenti, alle impulsive, alle sagge, alle remissive.

Alle donne lontane da casa e dal cuore, ma sempre vicine.

Alle donne che lavorano, stirano, ingrassano e anche alle “veline” fortunate.

Alle donne di destra, sinistra, centro e non pervenute.

A tutte va un pensiero speciale, in questa festa che deve ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne in memoria di una tragedia storica, quando 129 operaie persero la vita in un incendio divampato nella fabbrica nella quale erano state rinchiuse, per impedirgli di protestare.

 Un pensiero per quel “sesso debole” che ha vinto mille battaglie e che continua a combatterle, con tutta la sensibilità, la tenacia, l’insistenza, la vulnerabilità che lo caratterizzano nella politica, nel lavoro, nell’amore, nel quotidiano, e che l’hanno portato lontano. Mille sfaccettature che sono un punto di forza, che valorizza le donne e chi le circonda.

Un pensiero speciale per esprimere solidarietà a chi in luoghi non molto lontani ancora è vittima di violenza e diritti negati, soffocata nella morsa dell’ignoranza. Per ricordare loro che non sono sole.

A tutte le donne in quanto persone, emozioni, individui, dedico queste poche righe, per fermarci a riflettere su dove siamo arrivate e quanto ancora possiamo conquistare.

Ti e' piaciuto? Si? No? Commenta! Continua a seguirci. Segui la nostra terapia per debellare l'Italiota che c'e' in te. Una buona lettura a settimana ti aiutera' :)
Controlla lo spazio "Coming Soon" nella colonna di destra per avere un assaggio delle prossime pubblicazioni.
Seguici, piacici, condividici su facebook, linkedin, twitter!

Comments

    • Molto carino! mi unisco nel ringraziare chi non si è mai accontentata…e chi continua a non accontentarsi, per spingersi oltre!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: