“Lei quante volte viene?”…”E Lei quante volte va aff***********”


Immagine

Test scientifici dimostrano che ridere fa bene e incazzarsi fa male.

Non so se lo scopo del Cavaliere fosse divertire il pubblico con il suo “ma lei quante volte viene?”, fatto sta che a me ha fatto l’effetto contrario.

La battuta in sé, che sembra detta ad un aperitivo tra uomini dopo tre negroni sbagliati, è sicuramente imbarazzante e scurrile. La gravità dell’evento è enfatizzata dal luogo (in tv), dal contesto (durante un’intervista su un argomento serio), dal protagonista (un ex Presidente del Consiglio) e dalla reazione della malcapitata, che in un primo momento sta al gioco, ride, apparendo quasi lusingata di poter scherzare con un ex capo di stato.
Il giorno dopo dichiarerà “In qualità di donna e di madre, le battute del Cavaliere non mi hanno affatto onorato, solo imbarazzato”. L’importante è rendersene conto.

Quando qualcuno avrà il coraggio di dirlo in diretta, senza fingere sorrisetti o stare al gioco, ma dimostrando la propria indignazione?
In questo contesto particolare, durante una discussione di un argomento serio in mondovisione, una battuta così imbarazzante svilisce ancora di più la persona che sta parlando: non solo non la stai prendendo sul serio, ma la imbarazzi.
Io avrei pensato “Parlo del mio lavoro e questo pensa a una cosa del genere? !”. Sicuramente avrei risposto in modo poco carino. Ma ognuno ha la sua reazione e punto di vista. Il mondo è bello perché è vario.
Dal Cavaliere ci si aspetta di tutto oramai, il suo concetto di donna lo conosciamo.
Dal pubblico presente in trasmissione, dal presentatore, dallo staff, che al posto che intervenire abbozzano sorrisi, ci si sarebbe aspettato di più.
È un caso di sottomissione psicologica diffusa nei confronti del Cavaliere? O un caso di considerazione dell’offesa alla donna come normalità?
Credo siano gravi entrambe, in un modo o nell’altro.

Si cambia scena, si cambia programma. Un caso simile ha avuto come protagonista Mara Carfagna, personaggio politico al quale non ho mai dato la mia stima, che questa volta mi ha stupito quando ha richiesto delle scuse a Neri Marcoré che a Ballarò ha dichiarato “Per fortuna che c’è la Carfagna, che qualcosa tira sempre su”. Non me la sarei aspettata, dati i precedenti scandali in cui è coinvolta. In questa occasione ha dimostrato che il rispetto prescinde da qualsiasi luogo e discussione, satirica o meno: e va preteso. Non avrei mai pensato in vita mia di poter dar ragione a questa donna.

Mi ritrovo così a pensare: basta con questa pesantezza, che ogni volta che si dice la parola donna e si fa una battuta in politica si ritorna a una sorta di vittimismo.
Decido quindi di approfondire l‘argomento donne e politica.
Digito su Google “POLITICA DONNE” e come primo link trovo “CERCA SINGLE IN ZONA”. Cominciamo bene. Non capisco perché se digito “POLITICA UOMINI” debba uscirmi “GUARDA INTERNET GRATIS” e “PULISCI IL TUO PC”. Cosa siamo, bambole gonfiabili, come dice Bersani al Cavaliere?
Provo con “BERSANI DONNE”. Apriti cielo. Trovo “AVVENTURE SESSUALI – POCHE PAROLE TANTO PIACERE SUBITO”, seguito da “DONNE REALI – VUOI CONOSCERE TANTE DONNE”.
Diciamo che l‘associazione donne e politica già parte male. O forse dovrei cambiare filtro anti spam, o impostazioni del motore di ricerca. Mah. Preferisco rimanere nel dubbio.

Scelgo quindi di modificare ricerca, e di leggere allora le reazioni alla frase del Cavaliere.
Leggo tante condanne, dalla politica, dalla stampa, dai blog.
Tiro un sospiro di sollievo. Forse il numero di italiani supera quello degli italioti.
Non sono l’unica indignata, infastidita. Donne e uomini non apprezzano la pochezza della battuta, la disapprovano, la reputano grave. È una notizia positiva, siamo tutti consapevoli che è un fatto grave.
Mi piace pensare che si tratti solo dell’ennesima figuraccia di un noto personaggio politico.
Lo stesso che guadagna un 2% nei sondaggi sulla corsa alle elezioni se compra Balotelli.

Ti e' piaciuto? Si? No? Commenta! Continua a seguirci. Segui la nostra terapia per debellare l'Italiota che c'e' in te. Una buona lettura a settimana ti aiutera' :)
Controlla lo spazio "Coming Soon" nella colonna di destra per avere un assaggio delle prossime pubblicazioni.
Seguici, piacici, condividici su facebook, linkedin, twitter!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: